lunedì 16 marzo 2015

La faglia di Piqiang (Xinjiang, Cina) . Le spettacolari immagini dal satellite

Chi ha un po’ di esperienza in ambito geologico può sapere quanto può essere faticoso il processo di ricostruzione della storia geologica di un territorio, si può perdere un sacco di tempo a eseguire un lavoro duro e meticoloso.
E poi ci sono quei luoghi in cui la Terra ha deciso di fare tutto il lavoro per voi.
Eccoci in Cina, poco più a sud delle montagne Tien Shan (una parte della cintura orogenica Himalayana, che è stata formata nel Cenozoico dalla collisione tra la placca indiana ed eurasiatica, costituendo una delle più lunghe catene montuose dell'Asia centrale -circa 2.800 chilometri), nel nord-ovest della provincia dello Xinjiang, dove potete osservare la magnifica faglia di Piqiang (di tipo trascorrente sinistro) con la sua serie di strati color rosso, verde, e crema.
I colori riflettono rocce formate in tempi diversi e in ambienti diversi: gli strati rossi nella parte superiore della sequenza sono arenarie formate da antichi fiumi, gli strati verdi sono arenarie formate in un oceano moderatamente profondo e gli strati color crema sono calcari formati in un oceano più superficiale.
Non mi soffermo sulla storia evolutiva di questa zona di faglia, in quanto molto complessa. A me interessava mostrarvi le immagini satellitari della Nasa - Earth Observatory ( immagini di Robert Simmon e Jesse Allen, using Landsat data from the USGS Earth Explorer. Caption by Adam Voiland). 
Che ve ne pare?
Per maggiori informazioni (in inglese) e per vedere tutte le immagini cliccate qui: earthobservatory.nasa.
Satellite view of the foothills of the Tien Shan mountainsTien Shan foldFaults in Xinjiang
Source: NASA Earth Observatory

Carla