mercoledì 12 luglio 2017

False credenze: Nerone e l'incendio di Roma

Tutti noi, o quasi tutti, ricordiamo l'imperatore Nerone principalmente per un motivo: 
Il grande incendio di Roma. 

Ma udite udite, probabilmente non fu Nerone a far incendiare Roma. Infatti secondo molti storici non era nemmeno in città, ma ad Anzio, quando il più distruttivo incendio della città la distrusse. Probabilmente il fuoco iniziò in un magazzino e dal li divampò in mezza città. 
Il "povero" Nerone, che tanto amato non lo era, si precipitò a Roma per coordinare i soccorsi. Ma come oggi accade la popolazione vuole un colpevole a tutti i costi e le voci indicavano tutti l'imperatore come sicuro colpevole.
Probabilmente furono i primi cristiani a spargere queste false voci, a causa del profondo odio che provavano per l'imperatore (li perseguitava in maniera piuttosto brutale).
Ma nessuno storico ha mai sostenuto che Nerone abbia incendiato Roma. Tacito, per esempio dice di non credere a queste voci e considera l'incendio un fatto casuale.
Altri scrittori contemporanei di Nerone lo ritengono completamente innocente nonostante non fossero suoi grandi “fan”.



Inoltre bisogna ricordare che il palazzo di Nerone fu distrutto dall'incendio. Quindi o Nerone era veramente un genio del male e fece distruggere il suo magnifico palazzo (pieno di tesori probabilmente) per distogliere i sospetti, o era un “fesso” o semplicemente era innocente.


Come sia andata veramente probabilmente non lo sapremo mai. L’unica cosa certa è che Nerone ormai nell’immaginario collettivo è una sorta di piromane illustre!!!


CARLA