martedì 10 giugno 2014

Un anno fa....10 giugno 2013

Ad Ercolano un fioraio si da fuoco e si butta dal balcone del sindaco; è morto per un divieto di sosta davanti al suo negozio.


 Si era infatti recato negli uffici comunali per protestare contro il nuovo dispositivo di viabilità e il divieto di sosta imposto nei pressi del suo negozio in corso Resina.

Alla notizia della sua morte scoppia la rivolta dei commercianti esasperati. In 300 hanno provato a entrare nel Comune, ma sono stati bloccati. Sono una cinquantina le persone, residenti e commercianti, che poi hanno sostato dinanzi alla sede del Municipio. Lo striscione 'Sindaco assassino" è stato rimosso, al suo posto ne è stato issato un altro che recita 'Sindaco dimettiti da Ercolano, siamo stanchi".